Strumenti di base: gli smalti, base coat e top coat

Vorrei fare qualche post sugli strumenti di base, e il primo sarà sui top e base.

BASE COAT: Inizialmente non li usavo, e portando spesso smalti neri, mi trovavo le unghie grigie una volta tolti. Confesso che non trovo una particolare differenza tra le diverse marche da quando hanno tolto dal commercio quelli della Deborah (sigh!) che per me erano davvero il TOP!

Deborah BC

Al momento alterno Wjcon e Essie, che si differenziano fondamentalmente per il prezzo, perché il risultato è molto simile; forse, se proprio devo trovare una differenza, quello della Essie lascia uno strato leggermente più spesso, ma nulla che valga davvero quello che costa.

BC

La cosa davvero importante è usarlo, per evitare fastidiosi e antiestetici “ingrigimenti” delle unghie, che non sono piacevoli da vedere.

TOP COAT: Per quanto riguarda il top, tuttora lo uso poco perché ho sempre paura di rovinare la nailart appena finita; perché anche chi sa applicare il top, quando lo passa sopra alla propria “opera”, soprattutto le più complesse, ha un momento di brivido e adrenalina, e spera nella sua testa di non fare danni.

Passando a quelli che uso, anche qui sono 2: Wjcon e OPI.

TC

Stesso discorso fatto per le basi: quello OPI non vale quello che costa, dal momento che i colleghi economici fanno lo stesso lavoro a prezzi molto più bassi.

Devo aggiungere una nota: per applicare il Top c’è un trucco, che in teoria permette di non rovinare il disegno sotto. Il trucchetto consiste nel prendere una goccia di smalto abbastanza spessa, in modo da creare uno strato di smalto fra unghia e pennello, che impedisce il contatto fra le 2, evitando l’effetto sgommata. Io l’ho appreso da una youtuber canadese, cutepolish, ma anche qui ci vuole una certa manualità, che io non ho ancora completamente, quindi mi limito ad applicare il top quando sono presenti troppi “dislivelli” (tipo nailart con tanti strati in punti diversi).

Mat Top Coat: questa è una sottocategoria dei Top; sono molto utili per creare nail art semplici e d’effetto con un solo colore, o più elaborate con diversi colori.

Come al solito ne ho 2, ma stavolta la differenza è abissale.

TC Mat

AVON: è terribile. Dal catalogo sembrava un top bianco-trasparente, ma in realtà è pieno di glitter rosa che fanno un effetto terribile su qualsiasi colore, rosa incluso.
KIKO: è fantastico e economico, che, come avrete capito, per me è una parola chiave.

Per oggi è tutto. Domani il prossimo post sugli smalti colorati, le marche che uso e che preferisco, e qualche esempio di nailart. Fatemi sapere nei commenti cosa ne pensate e condividete con le amiche se avete trovato utile questo post.

Annunci

Un pensiero su “Strumenti di base: gli smalti, base coat e top coat

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...