Il primo passo

Non c’è un modo facile per iniziare, bisogna farlo e basta!

Vorrei che il mio primo (vero) post fosse su qualcosa che conosco, e che a quanto mi dicono mi riesce abbastanza bene: la nail art.

Frenchmani

Questa è una delle manicure più semplici che ho realizzato. Non è proprio una “nail art” nel vero senso della parola, più che altro una “french manicure” abbastanza semplice. Dedicare una mezz’ora ogni tanto alle mie mani mi rilassa molto, e con il tempo ho imparato sempre più tecniche e trucchetti per creare fantasie d’effetto, in poco tempo e con pochi mezzi.

Per quanto il french sia un tipo di manicure non elaborata, è forse quella che ancora oggi trovo più complessa. Questo per 2 serie di motivi: primo, non ci sono lunette che tengano (o per lo meno io non le so usare), va fatta a mano libera, secondo, strettamente correlato, se lavorare con la destra non è poi così difficile, lavorare sulla destra inizia a essere piuttosto complicato! L’unica cosa che può aiutare, ma non è indispensabile (anzi con le unghie lunghe è forse anche scomodo), è uno smalto che abbia il pennello sottile.

Questo è quello che uso io Più avanti parlerò delle  varie marche di smalto che uso e con cui mi trovo bene
Questo è quello che uso io
Più avanti parlerò delle varie marche di smalto che uso e con cui mi trovo bene

Quindi per il french non ho grossi trucchi da poter svelare, se non quello di armarsi di pazienza e provare e riprovare. Vedrete che se la prima volta verrà qualcosa di simile a un Picasso, andando avanti osserverete sempre dei miglioramenti, fino ad arrivare ad un risultato che da portabile passerà a bello, e, perché no, alla fine perfetto!

Annunci