Emmy Awords: the best is yet to come!

Ciao a tutte! Ultimo post sugli Emmy, giuro! Ma anche il migliore, perché oggi si parla delle Best Dressed! Generalmente le best coincidono con le più celebri, o con le più premiate, forse perché quando sei tra le più gettonate hai al seguito i migliori consulenti d’immagine per evitare passi falsi o pessime figure. In ogni caso oggi ci saranno volti noti, e meno noti, ma tutte bellissime!
Ricordo ancora una volta che io non sono una stilista, o una professionista che fa critiche dall’alto di chissà quale esperienza, ma ogni mio giudizio dipende esclusivamente dal mio personale gusto.

L’ordine è dal 10imo al 1 posto della mia top ten. Iniziamo!

  • Jamie Alexander
credits: vogue.com

credits: vogue.com

In fondo alla top ten, perchè non amo i capelli impomatati, soprattutto con un vestito piatto avrei dato un minimo di volume ai capelli. Ciò non toglie che il look è molto bello e particolare, si è affidata ad Armani Privè e non ha sbagliato. Certo non è un look che piace al primo colpo, ma se la si guarda nel dettaglio si nota che nulla è lasciato al caso: smalto, anello, orecchini, tutto richiama il vestito, e per non esagerare trucco naturale e di classe, che punta tutto sull’incarnato perfetto e luminoso. Ottima scelta!

  • Niecy Nash
credits: vogue.it

credits: vogue.it

Nono posto per lei, che sceglie il rosso, colore molto gettonato quest’anno. Però a differenza delle altre, non è andata sul classico pizzo o raso, ma ha osato: corpetto rigido che risalta solo le curve giuste, e non quelle sbagliate, decorato con un bel motivo floreale, e gonna ampia, con un velo di tulle che cade dal corpetto… Beh l’abito è davvero bello, e perfetto per lei! Anche qui trucco poco, e con un abito così si capisce anche perché!

  • Kerry Washington
credits: vogue.com

credits: vogue.com

Questo abito di Marc Jacobs le vale l’ottavo posto nella mia classifica, ma in questo caso più che “l’abito che fa il monaco”, qui è il monaco che fa l’abito! Ebbene si, perché sembra che lei non sbagli mai, ai red carpet è sempre perfetta, di classe, bellissima e elegante, (probabilmente perché lei sarebbe stupenda anche in vestaglia e pantofole)!
Notate come il vestito, pur essendo trasparente e scollato, non è volgare. Gioielli pochi, scarpe quasi anonime (anche se sicuramente saranno griffatissime), e trucco naturale, con incarnato perfetto: era l’unico modo per accompagnare degnamente un vestito così vistoso!

  • Taraji P. Henson
credits: vogue.com

credits: vogue.com

Sono letteralmente innamorata di questo vestito, firmato da Alexander Wang, che le vale il settimo posto, ma devo dire che non mi piace particolarmente il trucco.
Iniziamo dal principio: l’abito nero sembrerebbe un classico, eppure questo è tutt’altro! A spezzare la monotonia del nero ci sono i 2 diversi tessuti che compongono gonna e parte superiore, il nero inoltre smorza la trasparenza della gonna, rendendo l’abito sexy ma con gusto. Le catene che reggono il vestito come spalline non mi piacciono particolarmente, ma sono discrete, e non danno fastidio. Per quanto riguarda il make up forse avrei caricato un po’ meno gli occhi, ma la cosa che mi dà più fastidio sono le sopracciglia disegnate da “perennemente arrabbiata”. In generale non amo questo tipo di forma!

  • Viola Davis
credits: holliwoodreporter.com

credits: holliwoodreporter.com

Vincitrice dell’Emmy per How to get away with murder, di cui avevo parlato qui (è una serie davvero eccezionale), è la prima donna afroamericana a prendere un Emmy.
Diciamo che i suoi capelli mi piacevano di più prima, ma a parte questo trovo che con il bianco valorizzi perfettamente il colore della sua carnagione; tutte le ragazze con la pelle scura dovrebbero indossare vestiti chiari, e più scura è la pelle, più chiari dovrebbero essere i vestiti! Il suo stilista è Carmen Marc Valvo, a cui si possono solo che fare i complimenti, il risultato finale è davvero ottimo!

  • Porsha Williams
credits: okmagazine.com

credits: okmagazine.com

Quinto posto meritatissimo per lei, ha 34 anni e sfoggia un look che gliene toglie almeno 10! L’abito è molto elegante ma tutt’altro che classico, il taglio è particolare, elegante, non troppo serio; i capelli acconciati con una treccia spettinata, come vuole la moda del momento, e il trucco carico, ma adatto al contesto. Trovo che abbia fatto un lavoro eccezionale, rendendosi non solo molto bella, ma anche molto giovanile, allegra e festosa! Well done!

  • Sofia Vergara
credits: vogue.com

credits: vogue.com

Se l’allegria conquista il quinto posto, la sensualità merita decisamente almeno il quarto. Mi piace tantissimo l’abito, è scintillante, ma senza esagerare, con un taglio a sirena, che esalta tutte le sue curve, e lo strascico, che ne aumenta l’eleganza. Quando scegli questo tipo di vestito non puoi pensare di sfoderare chissà quale make up scintillante, perché da elegante a lampadina il passo è breve, quindi azzeccatissimo il trucco delicato, ma con l’intento ben preciso di far uscire la sua parte più sexy, allungando verso l’alto gli occhi, e puntando su un rossetto intenso, ma non banale: al classico rosso preferisce un colore più scuro, che aggiunge un tocco dark rendendo il look davvero degno di nota.

  • Charissa Thompson
credits: mashable.com

credits: mashable.com

Gradino più basso del podio per un look che dimostra che se da un lato il classico non tradisce, dall’altro il giusto tocco di modernità ti dà quel qualcosa in più che ti permette di spiccare tra la folla. L’abito è nero, ma decorato in argento, il taglio è classico, ma con qualcosa che lo rende diverso da tutti gli altri, uno strano effetto ma decisamente in positivo. L’abbinamento con i capelli raccolti, e il make up naturale, ma luminoso la rende una delle più belle su un red carpet in cui la concorrenza è davvero spietata!

  • January Jones
credits: vogue.com

credits: vogue.com

Medaglia d’argento va ai pantaloni, ebbene si! Chi ha detto che si può essere eleganti solo con la gonna!? L’altro ieri abbiamo visto che i pantaloni sul red carpet possono dare vita a look davvero ben riusciti, ma lì si parlava soprattutto di completi. Qui il discorso è completamente diverso! Tuta con scollatura a cuore, pantalone largo, tessuto morbido e un colore che ricorda subito il mare… Quella stella marina non è lì per caso! Poi è l’unica ad aver scelto un colore sui toni del turchese, infatti quest’anno i colori più gettonati sono stati nero e bianco chiaramente, poi rosa, rosso e giallo. Lei invece azzarda e vince alla grande! Anche perché con questi bei capelli biondi, e il make up naturale il risultato finale è assolutamente straordinario!

And the winner is…

  • Joanne Froggatt
credits: vogue.com

credits: vogue.com

Mi sono letteralmente innamorata del suo vestito! È particolarissimo, ma non tanto da risultare strano-imbarazzante. Prende un taglio classico e dei colori tenui, aggiunge dei dettagli estremamente innovativi, e mixa il tutto in modo che risulti un’armonia perfetta e un abito davvero elegante. Anche lei non esagera con il make up, e finisce per meritare il titolo di Best Dressed della serata!

Insomma che ne pensate? Quali sono i look che vi hanno colpito di più? E che abito avreste indossato voi se vi avessero invitato? Un saluto!

Una serata a Roma? Momart!

Ciao a tutte! Periodo di cambiamenti da queste parti! Come avrete potuto notare infatti, ho cambiato il logo e l’intestazione del sito, ho finalmente creato “la mia firma” e mi farebbe molto piacere sapere cosa ne pensate!

Detto questo, torniamo in tema! Si avvicina il week end, quindi se siete di Roma, o siete di passaggio da queste parti, vi voglio consigliare un posto molto carino dove andare a prendere un aperitivo, un drink o a cena! È un posto che io frequento spesso, a pranzo, a cena o per l’aperitivo, perché si mangia bene, è economico, e è allo stesso tempo “chic”… Non pretenzioso, ma ricercato, tanto che parecchi miei amici ci hanno festeggiato la laurea!

credits: momartcafe.it

credits: momartcafe.it

Iniziamo con il dire che a seconda del giorno della settimana cambia la formula, e ce n’è davvero per tutti i gusti! Il problema, soprattutto la sera, è l’attesa. Se non avete prenotato a cena potete aspettare anche 1 ora, e non parliamo dell’aperitivo, per il quale prenotare non è possibile, quindi è necessario andare presto.

Le formule sono le seguenti:
– Ogni giorno a pranzo si possono scegliere diversi tipi di menù, dalla pizza, al buffet, ai piatti unici, insalate, hamburger e così via, senza spendere più di 15 euro a testa!
– La sera l’aperitivo è a prezzo fisso, e con una bibita o un cocktail (alcolico e non) si può accedere al buffet, ricco e di alta qualità. Questo è possibile dalle 18.00 alle 22.30.
– A cena i piatti sono buonissimi, ma si spende un pochino di più…
– La domenica c’è il brunch, ovvero breakfast+lunch. Un buffet con dolci, salati, pesce, carne, pasta e chi più ne ha più ne metta! Il prezzo è un po’ più alto, ma comprende anche bibite e caffè. Diciamo che è sconsigliato se siete a dieta! 😀

credits: momartcafe.it

credits: momartcafe.it

Nel complesso il mio giudizio è molto positivo. Se devo trovare qualcosa di negativo dico che gli alcolici non sono buonissimi, ma è gusto personale, e io non sono affatto esperta di alcolici, perché non mi piace bere. E ovviamente attesa è un problema, come anche il parcheggio nelle “ore di punta”. Ma tutto questo per me è superabile, dato che ci torno continuamente!

credits: imobita-holiday.com

credits: imobita-holiday.com

E per oggi questo è tutto! E voi che tipi siete? Girate tanto per locali? Io non sono una grande bevitrice, quindi preferisco uscire per mangiare piuttosto che per bere. Mi piace provare posti nuovi, ma anche avere un “solito posto”, di cui magari vi parlerò prossimamente! Un saluto a tutti!!! 🙂

#MakeUpYourDay 30

Ciao a tutte!!! Oggi un prodotto che non è strettamente make up, e neanche strettamente skincare… Perché in realtà è un sapone! … Si dico proprio un sapone per il corpo, ma particolare, tanto da meritare un posto in questa rubrica!

Avene, Bagno Doccia Idratante

Sembra un bagnoschiuma come gli altri, ma innanzitutto si trova principalmente in farmacia, e poi non ha la consistenza di un sapone e non fa la schiuma. Questo perché è a base di avena colloidale, e di solito si usa per i bambini, perché è molto delicato.
Allora la domanda sorge spontanea: perché qui e ora? Ve lo dico subito! Non so chi di voi soffra di acne, beh io si, non sul viso, ma sulla schiena! Quindi

Hot Chocolate 264

Avere un mio spazio in cui poter parlare di tutto, ma principalmente di argomenti correlati al mondo del make-up è sempre stato un mio sogno, ma essendo il cioccolato una delle mie più grandi passioni non poteva che chiamarsi “cioccolata calda”.

Studio medicina, quindi nella vita faccio una cosa completamente diversa da ciò di cui voglio parlare, ma è proprio per questo che dopo tanto tempo mi sono decisa ad aprire questo spazio: oltre alla necessità di svago, vorrei parlare di qualcosa non da professionista, ma da semplice appassionata, ponendo problemi comuni e potendo eventualmente essere corretta sulle mie convinzioni sbagliate.

Spero vi piaccia, e non esitate a scrivere se avete qualsiasi cosa da dire! Un saluto a tutti!!! 
I’ve always wanted to have my own spot where I can share with people my passion for Make up, and some other stuff, so I finally decided to open this blog! One of the things I like the most is hot chocolate, so that was the name. 

I study medicine, so I do not work directly in contact with beauty or make up, I only want to talk about my passion with other people, giving and reciving advices as a customer and not a professionist. 

I hope you like it, and do not esitate to write below if you want to day something!! Byeee!