Strumenti di base: gli smalti colorati (parte 2)

Ciao a tutte! Oggi finalmente ho il tempo di continuare questa serie riguardante le basi della nail art! Nella parte 1 avevo parlato degli smalti colorati, rimandando alla parte 2 i Tip Coat glitterati. Bene, eccoci qua!


Top Coat GlitteratiAnche di questi ne ho parecchi, ma comunque meno delle vernici semplici; questo perché, come ho già spiegato, rimuoverli è più difficile, e togliere lo smalto già non è tra le mie attività preferite, figuriamoci se deve essere pure un’ardua impresa!

  • MAC: è un pezzo più unico che raro nella mia collezione, nel senso che fosse stato per me non l’avrei comprato. Intendiamoci è bello e valido, ma a mio parere non vale quello che costa, in quanto quelli economici sono identici. Prezzo: 10 euro
    Voto: 8

MAC-Studio-Nail-Lacquer-In-Special-Potion

  • ESSENCE: quasi tutti i miei top glitter sono di questa marca. Questo per 2 motivi: il prezzo ovviamente è il primo, il secondo è la varietà di scelta che la essence offre. Prezzo: 2-4 euro
    Voto: 9

  

  • LAYLA: questo merita una menzione a parte: non è un top glitterato, bensì uno di quelli effetto-graffiti. Lo presi quando l’unica marca che li faceva era proprio la Layla, ma dopo lo stupore dei primi 30 secondi già mi aveva stufato; non è un effetto che amo. In ogni caso, dovendo dare un giudizio obiettivo, lo smalto funziona bene ed è comodo da stendere. Se vi piace l’effetto, è consigliato, ma non avendone provati di altre marche non posso fare un confronto. Prezzo: circa 7 euro
    Voto: 7,5

 

Per quanto riguarda i Top Coat sono stata molto sintetica, anche perché ne ho meno e li uso poco. Scrivere questi post è impegnativo, quindi non sempre riesco a dedicarmici. Non appena avrò tempo scriverò quello sugli strumenti di base per le nail art. Fatemi sapere cosa ne pensate. Un saluto a tutte! 🙂

Annunci

Strumenti di base: gli smalti colorati (parte 1)

Ciao a tutte! Come promesso, continuo a parlare degli strumenti di base. Oggi tocca a smalti colorati di vario genere, cioè quelli che servono proprio per “dipingere” l’unghia. Inizio con il dire che io sono una maniaca degli smalti e ne ho tantissimi, e nonostante questo, ogni volta che vado da Kiko esco con uno smalto, è più forte di me! Ebbene si, una percentuale vicina al 99% dei miei smalti colorati è di kiko, e questo per 2 fondamentali ragioni: punto 1, facendo le nailart, spesso molto colore si spreca, o si tiene aperto lo smalto per più tempo del normale, quindi comprare smalti costosi davvero non conviene, e poi un conto è buttare una bottiglietta secca da 1 euro, un conto una da 20 o più; punto 2, rispetto alle altre marche low cost, Kiko è molto più valida, facilmente reperibile e con un’ampia scelta di colori. Un’altra marca con cui mi trovo bene è la Essence, ma so che questa non si trova ovunque, e spesso gli stand Essence, che si trovano soprattutto nelle Coin e nelle OVS, vengono letteralmente distrutti, manco fosse passato Attila con tutti gli Unni!

Smalti 1

Piccola nota: non essendo io una professionista, e quindi comprando smalti solo per uso personale, per me è essenziale che costino poco; il rapporto qualità prezzo influisce molto sul mio voto finale. Questi sono tutti i miei smalti, e come potete notare hanno una macchia di colore sul tappo. Questo perché avendo tutti il tappo uguale, e tenendoli in modo da poter vedere solo il tappo stesso, avevo la necessità di applicare il colore in un punto che rendesse le varie boccette riconoscibili, senza stare a fare ogni volta la pesca alla cieca. Detto ciò iniziamo; dividerò il post in 2 categorie: smalti colorati e top coat fantasia, parlando delle varie marche che possiedo di ciascun tipo. Per ragioni di lunghezza del post, oggi parlo dei colorati, domani dei Top.

SMALTI COLORATI

Vernice Semplice: intendo quegli smalti il cui colore non ha glitter o altro al suo interno. Facili da mettere e da togliere, esistono di tantissimi colori e si adattano a qualsiasi occasione! Ma passiamo alle marche:

  • AVON: Ne ho alcuni della linea Gel, alcuni della Speed Dry e uno Nailwear pro. Quelli effetto gel non hanno nessun effetto gel, sono comunque validi come smalti normali, ma se non conoscete una presentatrice Avon non potete comprarli; gli Speed Dry sono molto buoni, si asciugano davvero in pochi secondi, e ne basta un solo strato per avere un colore bello e acceso; il nailwear pro non scrive, servono mille strati per arrivare a un colore vagamente accettabile. Il prezzo varia da campagna a campagna, ma può andare dai 4 agli 8 euro circa.
    Voto: 6.5; 7,5; 4,5

Avon   IMG_0056

  • ESSENCE: L’ho provata da poco, costretta a prendere questo colore perché non ne trovavo uno simile da nessuna parte. Scrive bene, ha un pennello comodo, largo, basta un solo strato (massimo 2) e si asciuga in fretta. Costo: 1,90
    Voto: 8,5

Essence   IMG_2553

  • KIKO: Fantastici. Forse non tutti i colori hanno la stessa qualità (tipo il verde mela scrive un po’ meno degli altri), ma ogni volta che entro trovo qualche colore in offerta a 1-2 euro e lo compro, senza nemmeno pensarci; in questo modo mi trovo una quantità di colori, dai più portabili ai meno, senza aver speso una fortuna. Costo: 2,90 (è appena uscita la nuova serie che non conosco, quindi il prezzo è quello della vecchia)
    Voto: 9,5

Kiko   IMG_3427

  • MAYBELLINE, MARIONNAUD: Della prima ho un rosa carne della linea Color Show, scrive poco, è praticamente trasparente, la seconda è una marca di una profumeria, mi hanno regalato questo smalto facendo la tessera. Discreto, ma poca scrivenza. Costo: intorno ai 5 euro (uguale per entrambi)
    Voto: 6,5

Mayb Mes   IMG_1085

  • DEBBY, DEBORAH: nonostante siano dello stesso gruppo ho pareri completamente diversi: i debby hanno un pennello troppo sottile, e il bianco e il blu scrivono male, mentre il rosa (che è della linea disco) mi piace, anche perché mantiene la promessa di illuminarsi alla luce degli UV. Costo: intorno ai 5 euro
    Voto: 5; 7
  • L’oro della Deborah è veramente carino, bel pennello, comodo, e il colore è bello intenso, rendendo sufficiente una passata. Costo: intorno ai 3 euro (ma credo fosse un’offerta)
    Voto: 9

Debby, Deborah

  • RIMMEL: Dopo una prova di almeno 4 diversi bianchi, questo è l’unico che mi soddisfi davvero. Ha il pennello largo al punto giusto, il colore intenso che anche qui rende sufficiente una sola passata, e è una delle poche case economiche che ha il bianco normale. Non so perché non lo produce nessuno! Costo: 6,50 (ma credo dipenda anche da dove lo acquistate)
    Voto: 9

Rimmel   IMG_1470

  • OPI: Validi. E ci mancherebbe con quello che costano! L’ho comprato perché è un colore che già scrive poco, quindi se non è di una buona marca l’effetto finale lascia a desiderare. Quindi buoni per le unghie, un po’ meno per il portafoglio. Costo: 13,90
    Voto: 8

OPI   IMG_1010

  • COLLISTAR: Stesso discorso fatto per OPI, con la differenza che di questo ho un colore comune, acquisto evitabile. Costo: intorno ai 9 euro
    Voto: 7

Collistar

  • WJCON: Non ci siamo proprio. Sarà che ho un colore improbabile, ma non mi piace l’effetto, non è omogeneo sull’unghia e il pennello è troppo piccolo. Costo: 2,90
    Voto: 5

Wjcon

Vernice Glitterata: Ne ho solo della kiko, mi piacciono molto, ma odio toglierli, perché non è semplice, quindi li uso poco. Costo: uguale agli altri smalti kiko. Voto: 7,5 (per la scomodità)

Glitter   kiko gl
So di essere stata prolissa, ma ho davvero la mania degli smalti. A domani per la seconda parte. Spero vi sia piaciuto e se avete consigli o opinioni diverse dalla mia commentate! Ciao a tutte!